apple-01-750x400

In un’intervista rilasciata nella giornata di ieri in Giappone, Tim Cook ha ribadito l’interesse di Apple nei confronti della realtà aumentata, considerata una tecnologia in grado di amplificare l’esperienza utente e con più probabilità di successo rispetto alla realtà virtuale.

Parlando dei piani futuri della sua azienda, Tim Cook ha confermato che Apple sta seguendo con molto interesse le tecnologie AR: “In questo settore non esiste un sostituto del contatto umano, per questo la gente desidera che la tecnologia favorisca sempre di più esperienze che ci avvicinino ad altri utenti reali”. Cook ha quindi ribadito che la realtà aumentata non solo può amplificare l’esperienze degli utenti, ma anche che si tratta di una tecnologia che ha molte più probabilità di diffondersi rispetto alla realtà virtuale, tecnologia che invece si basa sull’isolamento del soggetto rispetto ad altri esseri umani.

E ancora: “Stiamo investendo molto in tecnologia AR e continueremo a farlo, perchè abbiamo una visione a lungo termine che porterà grandi cose per i nostri clienti, oltre a grandi opportunità commerciali. Per questo stiamo investendo tempo e denaro. La realtà virtuale ha alcune applicazioni interessanti, ma non credo si diffonderà come la realtà aumentata. Certo, ci vorrà del tempo prima che l’AR si diffonda in maniera importante, ma sono convinto che ha molte più probabilità di successo. Questa tecnologia favorisce il contatto umano, diminuendo le barriere che spesso vengono create dalla tecnologia. Con la realtà aumentata, la tecnologia aiuterà ad amplificare questo contatto umano, e non ne sarà più un ostacolo”. 

Non è la prima volta che la Apple ribadisce il suo interesse per la realtà aumentata dopo l’importante acquisizione di Metaio. Adesso non rimane che da capire cosa ci riserverà in futuro la società di Cupertino.